Che altri si vantino delle pagine che hanno scritto; io sono orgoglioso di quelle che ho letto.

J. L. Borges

La mia esistenza si potrebbe riassumere in un’unica frase: la letteratura è vita vera e ossessione, non conosco altro che la letteratura. Questa affermazione – che potrebbe suonare estrema e assoluta – è, in realtà, una scelta di vita maturata nel corso degli anni. La mia quotidianità si compone essenzialmente di due azioni ripetute e una è complementare all’altra: leggere e scrivere. Tuttavia, leggere è sempre prioritario allo scrivere, perché non esiste altro modo per comprendere i meccanismi della scrittura se non sfogliando un libro e poi un altro e un altro ancora. Se mi volto indietro vedo un labirinto sterminato in cui si susseguono, senza interruzione di continuità, le mie innumerevoli letture, scelte – quanto meno da una certa età in avanti – attraverso una ricerca attenta orientata alla qualità di stile e contenuto e non tramite un impulso casuale o dettato dalla moda del momento. La letteratura è una cosa seria e, parafrasando Borges, sono orgogliosa dei libri che ho letto, più di quelli che ho scritto, perché essi esprimono la mia essenza costituita.

Iscriviti alla newsletter!

Non perderti neanche un articolo! Iscrivendoti otterrai subito il 60% di sconto sul mio videocorso di Scrittura creativa!

Grazie! Ti arriverà una mail per completare l'iscrizione ;)